I sapori della tradizione rivivono attraverso una sensibilità moderna: questo il segreto dei tortelli di mais al Morlacco trevigiano abbinati al Prosecco DOCG biologico di Masottina.

Solighetto è una frazione del comune di Pieve di Soligo che offre più di una chiave di lettura. Il visitatore che si arrampica in queste colline viene a contatto con uno scenario incantevole, sia dal punto di vista storico che architettonico, e può scoprire un’autentica sfaccettatura del Prosecco Superiore, visto che ci troviamo in una delle zone più affascinanti dell’Area Storica del Conegliano Valdobbiadene. A Solighetto, nell’incantevole complesso settecentesco di Villa Brandolini c’è anche la casa del Consorzio di Tutela del Prosecco Superiore DOCG. Idealmente, è tra queste colline che vengono mantenuti e trasmessi quegli antichi saperi artigianali alla base del successo del Prosecco che, per la loro qualità, hanno saputo valicare i confini nazionali diventando simbolo del Made in Italy in tutto il mondo.

Chi, proprio a Solighetto, è ancora oggi testimone di questa ricchezza, le cui origini si perdono nel tempo, è Marco con la sua Locanda da Lino dove è possibile riassaporare il vero gusto della tradizione con una sensibilità tutta moderna.

Arrosti, baccalà, supa coada, il pesce fresco che ogni giorno giunge dall'Adriatico: la cucina veneta  non ha segreti per Marco, grazie ad un percorso di crescita che ha messo insieme un approccio culinario moderno con i prodotti tipici, grazie alla sua grande conoscenza di questo territorio. La stessa che caratterizza un'azienda come Masottina, protagonista non solo per la qualità dei propri Prosecco ma anche per la sensibilità con la quale, nel corso delle ultime vendemmie, si è accostata ai temi della sostenibilità ambientale a tutela di questo magnifico paesaggio. Un percorso virtuoso che ha portato alla realizzazione di etichette come il Costabella DOCG Brut Biologico, un Prosecco Superiore frutto della passione per questo territorio celebrato anche nell’abbinamento con i tortelli di mais al Morlacco Trevigiano, un piatto composto a partire da alcuni prodotti simbolo della pedemontana trevigiana. Nella versione che troviamo nella carta della Locanda da Lino questi ingredienti sono assemblati in una maniera originale: il ripieno è realizzato con la polenta di mais biancoperla, varietà della pianura trevigiana Presidio Slow Food, e il piatto è completato con l’aggiunta del Morlacco Trevigiano, formaggio tipico degli alpeggi del Monte Grappa. L’abbinamento con il Costabella DOCG Brut Biologico dà vita ad un'unione fresca e genuina che si prefigge un compito ben preciso: trasmettere alle nuove generazioni, grazie ai buoni sapori di una volta, l'eredità di un intero territorio.