Quando le peculiarità di una terra evocano emozioni: la tagliata di manzo del ristorante Antica Pieve, appena fuori Conegliano, incontra il Contrada Granda Brut– Rive di Ogliano

Uno dei tesori d'Italia è certamente la sua tradizione enogastronomica che deve il suo prestigio alle tante tipicità locali delle varie regioni del Belpaese. La celebrazione più sublime di uno specifico territorio passa quindi, inevitabilmente, anche per la tavola. Saper abbinare un vino ad un piatto è un matrimonio di amore ma quando a scendere in campo sono le eccellenze di una specifica area territoriale allora questa unione raggiunge vette sublimi in grado di farne apprezzare al massimo stadio le sue peculiarità. Appena fuori Conegliano, per esempio, è possibile assaporare le particolarità di questo territorio tra i piatti dell'Antica Pieve e i raffinati vini dell'azienda della famiglia Dal Bianco. In questa unione è come se il territorio dell'area storica del Conegliano Valdobbiadene, riunisse se stesso in un unico momento, una sola emozione, aprendo le pagine di un racconto che passa per i sensi.A volte, per raggiungere questo idillio bastano le materie prime apparentemente più semplici, genuine. Come quelle tipiche di questa parte del Veneto: il radicchio tardivo, per esempio, che col suo seducente retrogusto amarognolo e la sua consistenza croccante rivela tutta la dolcezza della morbidissima tagliata di manzo su cui si deposita.

E, di croccante in croccante, assaggiamo pure una succulenta patata dell'orto cotta al forno, prima di accostare alle labbra un calice di Contrada Granda Brut – Rive di Ogliano, un Prosecco Superiore Docg dal fine perlage che Masottina realizza con le uve glera di un single Vineyard immerso nella microzona di Ogliano, una delle 43 Rive del Conegliano Valdobbiadene.

Un matrimonio, quello tra la tagliata di manzo dell’Antica Pieve e il Contrada Granda Brut – Rive di Ogliano di Masottina, che celebra il perfetto equilibrio che l'uomo, in questo territorio speciale, è stato capace di trovare con la natura, disegnando contorni e profili di un paesaggio che, come i quadri del Cima, sembra essere stato dipinto a mano. E non è un caso anche il nome scelto dalla famiglia Dal Bianco per questo pregiato Prosecco Superiore: Contrada Granda è infatti il nome della strada che attraversa il centro storico medievale di Conegliano, un luogo che, tra sapori e ricordi, ancora oggi riverbera nel tempo anche attraverso il gusto autentico di questo abbinamento.