La raccolta delle uve è iniziata con dieci giorni di anticipo. Federico Dal Bianco: “Registriamo una notevole qualità e sanità delle uve che fa presupporre un’ottima annata”.

Conegliano, settembre 2018 – Fervono le attività vendemmiali nei vigneti di Masottina. In questi giorni, sul finire del mese di agosto e l’inizio di settembre, è in pieno svolgimento la raccolta delle uve che avrà il suo clou con il momento più atteso di questa annata. La vendemmia della Glera che darà vita al millesimo 2018 de “Le Rive di Ogliano” e del “Contrada Granda”.

Le operazioni nei vigneti della famiglia Dal Bianco sono iniziate con circa dieci giorni di anticipo con il taglio dei grappoli delle varietà più precoci (Pinot Bianco, Pinot Grigio, Pinot Nero e Chardonnay) che vengono coltivate nei terreni che ricadono nell’areale di Ogliano. L’anticipo è stato determinato da un andamento climatico favorevole registrato nella seconda metà di luglio caratterizzato da escursioni termiche tra il giorno e la notte che hanno contribuito ad elevare le peculiarità varietali delle uve.

“Quest’anno -afferma Federico Dal Bianco, responsabile marketing ed export sales di Masottina – abbiamo registrato un regolare andamento delle stagioni con un inverno non troppo rigido e una primavera fresca che ha determinato un germogliamento in linea con le medie annuali. L’innalzamento delle temperature di inizio estate e una buona piovosità hanno comportato uno sviluppo consistente della parte vegetativa che ha accelerato la maturazione dei grappoli, conclusa con un anticipo di circa dieci giorni. Per le varietà a bacca bianca di questa vendemmia 2018 si è raggiunto l’equilibro desiderato tra grado zuccherino e acidità”.

L’annata si sta rivelando anche molto positiva sotto il profilo quantitativo, con un incremento del raccolto di qualche punto percentuale in più rispetto al 2017, soprattutto nella microzona di Ogliano, dove crescono le uve Glera che daranno vita a “Le Rive di Ogliano Extra Dry” e al “Contrada Granda Brut”, i due Cru di Masottina. In particolare, grazie all’andamento regolare delle stagioni, la conformazione naturale di questi declivi ha permesso alle piante di beneficiare di una ventilazione importante, che sta garantendo una migliore concentrazione naturale degli zuccheri e una maggiore sanità delle uve.

“Le uve sinora raccolte – continua Federico Dal Bianco, responsabile marketing dell'azienda di famiglia – si sono presentate in un eccellente stato fitosanitario. Anche l'acidità delle varietà che abbiamo iniziato a vinificare si è dimostrata all’altezza delle aspettative con valori organolettici interessanti che fanno presagire un annata da ricordare”.

L’Ufficio Stampa

Ferdinando Calaciura – calaciura@granviasc.it – 338 3229837

Gran Via -  Società & Comunicazione  srl
via Giotto, 92 -  90145  Palermo
Tel. (+39) 091 6814529