L’azienda della famiglia Dal Bianco rinnova il suo sostegno alla rassegna diretta dal maestro Yuri Bashmet. Nelle cene del “Dopo Festival” si brinda con il Contrada Granda di Masottina e i vini fermi a marchio “Ai Palazzi”.

Conegliano, 20 giugno 2018. La grande musica classica di scena, ancora una volta, nelle splendide Terre del Prosecco, tra Conegliano e Vittorio Veneto. Dopo aver diretto l’orchestra nella cerimonia di inaugurazione dei mondiali di calcio, Yuri Bashmet, il più grande violista russo, torna nuovamente su queste suggestive colline per la sesta edizione del Festival internazionale “Sulle Vie del Prosecco”, dedicato ad uno dei prodotti simbolo del Made in Italy nel mondo. In questo sodalizio, Masottina rinnova la sua partnership con la rassegna puntando a far emergere ancor di più quel forte legame che esiste tra la famiglia Dal Bianco e questo straordinario territorio.

“Anche quest’anno - spiega Federico Dal Bianco, responsabile marketing ed export sales di Masottina – sosteniamo il festival con grande entusiasmo. Questo tipologia di appuntamenti, che hanno un richiamo su un pubblico selezionato e attento, ci consentono di diffondere sempre di più e in maniera trasversale il brand Prosecco Superiore per via delle iniziative collaterali, come i pacchetti turistici e le cene del Dopo Festival, che consentono di far scoprire e vivere il territorio anche da altri punti di vista”.

Il cartellone dell’edizione 2018 del festival “Sulle Vie del prosecco” vede iscritti alcuni tra i più quotati membri dell’élite della musica classica internazionale. Oltre a Yuri Bashmet, in scena nella duplice veste di violinista e direttore dell’orchestra residente “I Solisti di Mosca”, hanno confermato la loro presenza anche l’Insieme vocale Città di Conegliano diretto da Laura Fabbro, il flautista Massimo Mercelli, la violinista russa Valeria Abramova, I Solisti Veneti (i violinisti Lucio Degani, Francesco Comisso, Mikhail Ashurov ,Chiara Parrini e il violoncellista  Giuseppe Barutti) e il maestro Claudio Scimone. E poi ancora il trombettista Sergei Nakariakov, il maggiore virtuoso di questo strumento al mondo e Katerina Machalova.

Il festival si aprirà ufficialmente giovedì il 21 e si concluderà domenica 24 giugno mentre i concerti si svolgeranno in alcune splendide e ricercate venue delle terre del Prosecco come la Chiesa di Santi Martino e Rosa, il Complesso del Convento di San Francesco e il piazzale del Castello a Conegliano, e il Castrum di Serravalle a Vittorio Veneto.

Un’attenzione particolare, nel corso del festival “Sulle Vie del Prosecco”, sarà dedicata al vino con tasting esclusivi. Dopo il successo delle scorse edizioni, l’organizzazione ha confermato anche il riuscito format “Dopo Festival” che dà la possibilità, a coloro che lo desidereranno, di cenare con gli artisti a chiusura delle loro esibizioni. Ogni sera, in abbinamento ai piatti inseriti nel menù dei ristoranti che ospiteranno le cene, saranno degustati il Contrada Granda 2017, un Rive di Ogliano in versione Brut di notevole finezza e vertice dei Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG di Masottina, il rosso Montesco 2010 (DOCG Colli di Conegliano) e il bianco Dorsoduro 2017 (DOC delle Venezie) due dei vini fermi a marchio “Ai Palazzi” sempre di proprietà della famiglia Dal Bianco. Per info e prenotazioni (obbligatorie) scrivere a  prenotazioni@proseccofestival.com oppure chiamare ai tel. 0438.970350 – cell. 339.1329568