Il caldo aumenta e così le occasioni per rinfrescarsi con le bollicine: scelte e abbinamenti dell'azienda della famiglia Dal Bianco.

Estate. Gli aperitivi, le cene in riva al mare e le feste nei circoli più eleganti si intensificano, incrementando in modo significativo le occasioni per stappare e condividere tra amici una buona bottiglia di spumante. Come un Conegliano Valdobbiadene Extra Dry, Prosecco Superiore, i cui freschi sentori floreali e di frutta a polpa bianca ispirano rilassatezza e accompagnano perfettamente un aperitivo gustoso ma semplice.

Il protagonista può essere un'insalata di gamberi condita con olio d'oliva e limone, leggera come il Prosecco Masottina che non supera le 70 calorie al calice. Ma questa leggerezza versatile, che completa il sapore del cibo sia rinfrescando la bocca che riempiendola di un tocco sorprendente, è comune anche agli altri spumanti di Masottina.
Come il Brut Conegliano Valdobbiadene, dai sentori di frutta esotica e impreziosito da una piacevole sapidità minerale.

In estate, è perfetto accanto a una buona fetta di pesce spada ai ferri o a una bella e ricca frittura di paranza, alla quale di certo non si nega.

Ma è con le Rive di Ogliano che Masottina tocca il suo apice qualitativo, le emozioni più intense. Due spumanti in grado di penetrare sinceramente il cuore di chi li incontra, rendendo momenti, già di per sé speciali, indimenticabili. Il primo è “Le Rive di Ogliano Extra Dry”, Prosecco sontuoso, una sinfonia minerale, floreale e fruttata della quale ci si innamorerà facilmente.

Ottimo a tutto pasto, può esaltare il pesce azzurro o una bistecca di tonno come pochi altri vini, combinandosi perfettamente con l'altro spumante della stessa denominazione, il “Contrada Granda” Brut, forse il simbolo più scintillante dell'eccellenza enoica di Masottina, un vino strutturato e complesso dal cui calice è sempre un dispiacere separarsi, e che si integra e adatta a specialità marittime ed estive come le linguine con le vongole veraci, o una succulenta zuppa di cozze.