La famiglia Dal Bianco presenterà un primo importante restyling della Corporate Identity dell’azienda di Conegliano. Ai banchi di assaggio spazio alle nuove annate e alla degustazione verticale dei cru aziendali, “Contrada Granda” e “Le Rive di Ogliano”, che confermano la longevità del Prosecco Superiore di Conegliano Valdobbiadene.

Pochi vini in Italia sono in grado di rappresentare, come il Prosecco, la perfetta identità col territorio in cui viene prodotto. Questa capacità resta inalterata e si amplifica, vendemmia su vendemmia, grazie a produzioni sempre più attente alla qualità, dove gli elementi distintivi, che ciascuna maison del Prosecco cerca di affermare, diventano un fattore essenziale di riconoscimento e di stile come le Rive di Ogliano per Masottina. "C'è una maturità produttiva e una costanza - oramai di sistema - afferma Federico Dal Bianco, responsabile marketing di Masottina - che riconferma Conegliano ai vertici del Prosecco Superiore. Con la nascita delle Rive questo percorso selettivo ha raggiunto il suo punto più alto".

La candidatura Unesco, il record di vendite e di diffusione sui mercati internazionali, la crescita qualitativa e in valore centrata su piccole produzioni di nicchia, fanno del Prosecco una superstar del vino Italiano. Al Vinitaly il Prosecco rimane un protagonista assoluto e Masottina ne è stata sempre consapevole.

Presso lo stand dell’azienda (al padiglione 4, corridoio A4) dal 9 al 12 aprile sono tante le novità che saranno presentate a stampa, operatori e consumer con cui Masottina vuole caratterizzare il 2017.

La più importante è sicuramente quella adottata a livello comunicativo con il lancio del nuovo website aziendale. Da Verona inizierà un percorso di rinnovamento del Corporate Identity di Masottina che verrà esplicitato nei prossimi mesi con l’inizio del restyling di alcune etichette storiche della famiglia Dal Bianco e il lancio di un nuovo prodotto che, in questi mesi, vede Adriano Dal Bianco, enologo della famiglia, impegnato, con la staff tecnico dell’azienda, a testare il risultato di diverse vinificazioni sperimentali.

“Vogliamo coinvolgere sempre di più i winelover digital native – spiega Federico Dal Bianco, responsabile marketing dell’azienda - rinnovando alcuni elementi della nostra comunicazione visiva. Iniziamo questo percorso al Vinitaly, quando sarà messo on line il nuovo sito aziendale con una strategia di comunicazione volutamente più social”.

Il nuovo sito internet di Masottina, realizzato dall'agenzia NAFTA ha nella semplicità di navigazione il suo punto di forza. I contenuti sono stati aggiornati e in primo piano, oltre ai vini, sono presentati dei focus tematici per far scoprire pienamente agli enonauti l’essenza di quest’azienda: la storia di famiglia, condivisa da tre generazioni e dal rispetto della tradizione produttiva radicata nei colli dell’area del Prosecco Superiore di Conegliano Valdobbiadene; il terroir, elemento chiave per scoprire l’unicità dei vini Masottina, e infine, il sistema che, attraverso una viticultura di precisione, vinificazione per gravità e un’enologia di rispetto, ambisce ad esprimere al massimo le caratteristiche di un contesto produttivo unico al mondo. “Vogliamo catturare l’attenzione degli enonauti con un linguaggio immediato che ci permetta di presentarci ai visitatori per come effettivamente è Masottina oggi: un’azienda storica ma al contempo dinamica, attenta a salvaguardare i valori di una tradizione produttiva reinterpretandoli in chiave moderna. Nel nostro nuovo portale – conclude Federico Dal Bianco – ci sarà spazio anche per il blog aziendale “Masottina Journal”, una finestra interattiva dove tutti gli appassionati winelovers potranno trovare spunti e informazioni utili sull’universo del Prosecco Superiore di Conegliano Valdobbiadene. Questo dialogo continuerà anche nei Social Network, a partire da Facebook, dove focalizzeremo di più i post sul nostro brand e sul mondo del Prosecco”.

Come ogni Vinitaly, allo stand dell'azienda sarà possibile incontrare la famiglia Dal Bianco e degustare la gamma di vini spumante e vini fermi a marchio Masottina.

La chicca di questa edizione sarà la verticale dei cru aziendali “Le Rive di Ogliano Extra Dry” e il “Contrada Granda Brut”, massime espressioni della viticultura di precisione praticata dalla famiglia Dal Bianco in due single vineyard, nelle Rive di Ogliano, una delle migliori 43 microzone vocate alla produzione di Prosecco Superiore nella denominazione Rive.

In degustazione ci saranno le annate 2014, 2015 e 2016 a testimonianza della grande longevità raggiunta da alcune produzioni di Prosecco Superiore di Conegliano Valdobbiadene. Partendo dalla considerazione che il Prosecco Superiore viene normalmente consumato durante l’arco dell’anno dalla sua produzione, con queste verticali si vuole mettere in rilievo l’evoluzione nel tempo che solo alcune bottiglie di Prosecco riescono a raggiungere. "Noi siamo certi che - sulle Rive - si possano ottenere grandi risultati e scoprire una nuova dimensione del Prosecco Superiore, più adatta ad un affinamento più lungo in bottiglia e ad un consumo più protratto nel tempo”. A Masottina tutto questo è reso concreto da un’interpretazione enologica fedele a ciò che per natura questo territorio sa esprimere, con l’eleganza e la finezza di uno stile considerato ai vertici delle migliori produzioni enoiche di tutto il Veneto. Dopo l’approvazione della candidatura delle Colline di Conegliano e Valdobbiadene a Patrimonio dell’Umanità da parte del Consiglio direttivo della Commissione nazionale italiana dell’Unesco, questo tasting è anche il modo con cui la famiglia Dal Bianco celebra la bellezza di questo territorio, che da secoli esprime le sue potenzialità attraverso la viticoltura, l’arte e l’architettura.
A Verona saranno presentate anche le nuove annate delle etichette più rappresentative e premiate di Masottina: oltre ai Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG e DOC Treviso, in versione Brut, Extra Dry e Biologico, spazio anche ai DOCG Colli di Conegliano Montesco 2010 e Rizzardo 2013 e ai vini provenienti dai vigneti ”Ai Palazzi” di Gorgo al Monticano, prime acquisizioni di Masottina e memoria storica della famiglia Dal Bianco.